lunedì 25 novembre 2013

CioccolaTò 2013

Per il terzo anno siamo andati a CioccolaTò che, quest'anno, si è svolto nella stagione fredda a differenza delle edizioni passate che erano in primavera. Direi che è stato anche meglio, il freddo aumenta la voglia di cioccolato (che a dire il vero qui non scarseggia mai), abbiamo anche imbroccato una bella giornata, a metà mattinata è uscito il sole che ha scaldato l'aria. Appena arrivati in Piazza San Carlo ci siamo recati al laboratorio che avevo precedentemente prenotato, dove gentilmente mi hanno avvisata che... i nominativi non c'erano... aaaahhhhhh le facce dei cioccopupetti dicevano tutto, sconforto, delusione, rabbia.... per fortuna ci sono state delle defaillance e hanno fatto partecipare anche loro (pfiu scampato pericolo).
 In effetti i bambini erano pochini, comunque si sono preparati e dopo una breve spiegazione
 si sono messi all'opera, impastando, appiattendo e facendo le formine con la pasta frolla
A fine attività merenda a base di biscotti e cioccolata per tutti.
Poi abbiamo girato tutti gli stand, assaggiato la panna della centrale del latte di Torino, bevuto cioccolata calda e mangiato crepes alla nutella. Il profumo della cioccolata si sentiva per tutta la piazza. Io la passione per il cioccolato ce l'ho nel DNA e l'ho trasmessa anche ai cioccopupetti, adoro quella fondente, anche se non disdegno quella al latte, mi piace quella con le nocciole o le mandorle, la spalmabile della Novi è uno spettacolo e quella in tazza dell'Eraclea è sublime, i migliori cioccolatini: i gianduiotti, da piccola andavo con mio papà a comprare dei dolcetti per mia nonna, pezzettini di arancia ricoperti di cioccolata fondente, ho la fontana di cioccolata (che abbiamo usato per il compleanno di OvettoK). Agli stand poi c'era di tutto di più, il top... le palline di cioccolato in vari tipo di gusti, con vari tipi di ripieno... gnam!!!
Dopo i pupi hanno giocato con le bolle giganti che una ragazza faceva proprio dietro la statua e ci siamo fatti una bella passeggiata per le vie del centro.
Ancora una tappa a raccogliere foglie rosse nei giardini di corso San Maurizio e poi alle 16 altro appuntamento... 

domenica 24 novembre 2013

Fantastici rifugi di stoffa - Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

Approfittando di un buono sconto offerto da Kids Art Tourism, domenica 24 novembre, abbiamo partecipato ad un'attività della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.

E' stata un'occasione per vivere gli spazi dell'arte contemporanea in modo giocoso, i bambini sono stati accolti nell'ingresso dove hanno spiegato cos'era il luogo in cui si trovavano, poi sono stati accompagnati a vedere la mostra "Soft Pictures", in particolare due opere d'arte:
la prima di Piotr-Uklanski ricordava ai bimbi delle piccole tane, OvettoK ha suggerito un alveare,
la seconda di Andrea Zittel era un tappeto che sembrava la visione dall'alto di un appartamento.
Poi siamo stati portati in aula didattica dove abbiamo fatto un laboratorio pensato per favorire il dialogo tra adulto e bambino, per un approccio piacevole e ludico con l’arte contemporanea, hanno realizzato la loro casetta: "Fantastici rifugi di stoffa: case mobili, tende e capanne"
Ci hanno consegnato una grande tela, OvettoK e CioccoPapà ne hanno decorato una parte, realizzando un castello, Gianduiotta ed io abbiamo decorato la parte opposta realizzando la casa dei sogni.
Forbici, fili, scampoli di stoffa, bottoni, colori, nastrini e mollette sono stati gli strumenti per costruire i rifugi della propria fantasia.
Per vedere il lavoretto finito lo abbiamo posizionato su un tavolo ed ecco il castello di OvettoK
e la casa dei sogni di Gianduiotta.
Momento di gioco a cui non hanno saputo resistere. A casa ha ultimato il lavoro con l'aiuto di CioccoNonna.
Inoltre sono state bravissime le ragazze che hanno gestito l'attività, quando Gianduiotta ha deciso di voler cucire tutto l'anno aiutata loro, io non so cucire nemmeno un bottone!!!

lunedì 4 novembre 2013

Grafia: valutare la situazione scrittura

OvettoK è al secondo anno di scuola primaria, è un anticipatario (i motivi della scelta sono qui), dopo la preparazione alla scuola primaria (qui) e un anno di scuola  e di scrittura in corsivo, siamo arrivati a dover fare una valutazione, per poter stabilire un piano di intervento appropriato.
Essendo un'insegnante la mia valutazione non sarà "mammesca", sarà invece di tipo tecnico, insegno italiano e le materie espressive (arte e immagine, suono e musica, motoria + storia ma qui non c'entra) quindi per passione e per necessità mi sono specializzata in questi settori.
Ho dovuto considerare l'età scolastica classe seconda scuola primaria, l'età anagrafica 6 anni, la frattura del radio del braccio destro, avvenuta a fine giugno di quest'anno.
Schema corporeo buono
Motricità globale discretamente organizzata, coordinazione strutturata e capacità oculo manuali adeguate, lateralità crociata (dominanza occhio sinistro / mano destra / piede destro)
Organizzazione prassica discretamente adeguata
Organizzazione spaziale e temporale buone
Abilità visuo-percettive buone
Motricità settoriale controllo segmentario, lieve difficoltà nel singolarizzare i movimenti delle dita, lenti e poco fluidi, le prese sono statiche e leggermente ipotoniche, ma funzionali
Scrittura OvettoK utilizza la scrittura in corsivo in modo non ancora automatizzato, con lentezza esecutiva e affaticabilità, immaturità del tratto grafico, scarsa fluidità, irregolarità nella costruzione delle lettere e nei collegamenti tra grafemi.
Dati i risultati ho preparato un programma che mira a tre obiettivi di motricità fine:
- capacità di prensione trigitale
- fliudità nei movimenti delle dita
- controllo del gesto grafico nella scrittura in corsivo
ripartono (anche se in realtà non sono mai finite) le attività di Homeschooling - mani occupate.

sabato 2 novembre 2013

Pancakes con la nutella

Le ho fatte diverse volte, le ho anche già postate qui e qui, ma ogni tanto modifico la ricetta.... e poi come si fa a non far vedere come sono gnammose!!??!!
Ingredienti
1 uovo
200 ml di latte
8 g di lievito per dolci
140 g di farina
2 g di sale
20 g di zucchero
30 g di burro

Lavorare latte e uovo in un contenitore e in un altro farina, lievito, zucchero e sale, unire il tutto, aggiungere il burro liquido mettere in frigo e lasciar riposale. Io lo faccio la sera e cucino la mattina in padella antiaderente con un pò di burro (solo x la prima). Questa volta le ho preparate per la merenda del pomeriggio ed ognuno si è scelto la sua variante:
Nutellosa per OvettoK, nutella a sciroppo d'acero per Gianduiotta, sciroppo d'acero e marmellata di fragole per me.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...