sabato 2 febbraio 2013

Candelora: candele e pizza

Se volete sapere cos'è basta andare a leggere il mio post dell'anno scorso.
"Quando vien la Candelora
de l'inverno semo fora;
ma se piove o tira il vento
de l'inverno semo dentro." 

Ecco, qui oggi piove, cielo grigio, sono in pigiama e non abbiamo voglia di mettere il naso fuori casa, quindi fra computer, tablet, puzzle, camino acceso e risate facciamo le candele in cera d'api
Abbiamo usato i fogli di cera d'api, messo lo stoppino ed arrotolato lentamente e delicatamente, le mani non devono essere fredde altrimenti la cera non flette e si crepa.
Sempre utili esercizi di manualità per OvettoK, inoltre la cera profuma le mani ed è piacevole al tatto, ai cioccopupetti è piaciuto utilizzarla.

Ecco le candele arrotolate, poi abbiamo preso i vasetti dell'omogeneizzato che abbiamo riempito di sale e decorato con agrumi essiccati (residui di natale), nastrini....semplici, da tenere sulla nostra tavola e da regalare ai nonni.
Poi ci diamo anche alla cucina, ma questa volta niente crepes, tradizione della giornata della candelora, non ho le uova e non ho voglia di uscire a comprarle... pizza!!!
che brava la mia cioccopupetta che taglia con il coltello mozzarella e wurstel, mentre lui impasta e stende la pizza

pizza con i wurstel per OvettoK, alla cipolla e mozzarella per Gianduiotta, cipolla e salsiccia per CioccoPapà e cipolla, salsiccia e gorgonzola per me...gnam
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...