martedì 27 agosto 2013

I fossili al Rio Torsero di Peagna

Come ho già spiegato nel progetto educativo di quest'anno, Gianduiotta comincia la classe terza di scuola primaria e inizia a studiare come le scienze storiche ci hanno portato a conoscere la vita del passato. Quindi si parlerà di paleontologia e successivamente di archeologia.
Non c'è niente di meglio dell'esperienza diretta sul campo.
La Riserva Naturale di Rio Torsero (istituita nel 1985) si trova a Peagna, nei pressi di Ceriale, sul Rio Torsero. Questa zona è ricchissima di materiale fossile del pliocenico e si organizzano escursioni ed attività estive rivolte a grandi e piccini.


Il museo paleontologico Silvio Lai ci ha accolto con un grande armadio, con sportelli e cassetti attraverso i quali è stato divertente scoprire il mondo dei fossili. La nostra guida ci ha spiegato che i fossili sono tracce di animali o di piante vissuti in epoche remote, anche milioni di anni fa, e possono essere parti dure di organismi, come gusci, ossa, denti, conchiglie, o impronte di foglie e di piante. Essi ci aiutano a comprendere come si è evoluta la vita sul pianeta.
Successivamente siamo entrati dentro una chiocciola, una sala all'interno di una conchiglia con le ere geologiche.

Poi siamo andati alla Riserva che ospita un ricchissimo giacimento di fossili. Il rio Torsero scavando il suo letto ha eroso le rocce circostanti, portando alla luce moltissimi fossili. In estate è in secca ed è possibile passeggiarvi e scoprirne moltissimi

A casa abbiamo guardato questo video che spiega molto bene come si sono formati i fossili.
Prossimo passo l'archeologia.

Altri lavori sulla preistoria in Homeschooling storia
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...