lunedì 28 marzo 2011

Colazione del lunedì 3 - Latte e cereali

Ed eccoci con la colazione del lunedì, la scorsa settimana l'ho saltato perchè siamo rientrati domenica sera tardi dal mare. Questa volta una cosina semplice, latte e cereali , ma presentati carinamente sulla tavola preparata domenica sera, un momento familiare piacevole, addolcito dai gianduiotti comprati a CioccolaTò.

Ci siamo dati una carica di coccole per affrontare il lunedì e la settimana che arriverà.

Dieta... siamo vicini alla meta!!!

Questa è la dodicesima settimana di dieta, facendo un bilancio della situazione non sta andando male, ho perso finora quasi 9 kili, per l'esattezza 8,700 (non vi dico il balletto di questa mattina quando mi sono pesata). La mia alimentazione giornaliera non mi "pesa", mangio tanta verdura e bevo tante tisane, che mi saziano e non faccio mancare nessuna sostanza nutritiva necessaria al mio corpo. 
Sono riuscita ad essere costante nel fare gli esercizi per i glutei (non quelli per gli addominali) tutte le sere e ad andare in piscina settimanalmente (ho sgarrato solo quando avevo entrambi i cioccopupetti ammalati). Da qualche tempo ho iniziato ad usare meno la macchina, ad alzarmi prima per accompagnare i cioccopupetti a piedi a scuola.
Sono anche riuscita a togliermi degli sfizi ogni tanto, mangiando cosine dolci ma anche i salati un pò calorici, nei giorni successivi facevo più attività fisica.
Ho imparato a cucinare in modo più leggero e ad usare la farina integrale.
Forza, ci sono da buttare ancora 6 kili prima dell'estate... però la pancia è la mia nota dolente non se ne vuole andare uff, devo provare a misure la circonferenza e vedere di iniziare gli esercizi consigliati da Mamma Papera.
CioccoMamma vs panza... chi vincerà?

Ecco il pensiero di Antonella fiorellino di dolci e capricci

Ed ecco il pensiero che ho vinto partecipando al blog candy di Antonella... come al solito in ritardo, ma fra le mille cose non sono riuscita a scriverlo prima.
Le spatole, utilissimissime, e i pirottini conto di usarli moooolto presto perchè ho in mente una cosina...
la cuochina sopra la grattugia (servirà spesso per la cioccolata) si abbina perfettamente con la mia cucina, che è nelle tonalità del blu e dell'azzurro, poi sperimenterò anche il pennello, non ne ho mai avuto uno, ma saprò farne buon uso.
Che dire... grazie Antonella per aver indetto il blog candy e per aver pensato a questi oggetti. davvero utili per chi, come me, è spesso ai fornelli e al forno a "pasticciare".

domenica 27 marzo 2011

CioccolaTò ci siamo stati

Avevamo programmato di andarci nella settimana dell'inaugurazione, ma causa piogge ininterrotte (Murazzi sott'acqua) abbiamo rimandato, quindi abbiamo organizzato tutto e siamo andati oggi. Siamo arrivati con la macchina fino alla fermata della metropolitana (per i cioccopupetti era la prima volta), bella, pulita, con tutto funzionante...
siamo scesi alla stazione Porta Nuova ed abbiamo fatto una passeggiata lungo via Roma, fino ad arrivare a Piazza Castello, da lì abbiamo proseguito con il tram fino a piazza Vittorio 
Per prima cosa Gianduiotta ha voluto vedere l'Italia di cioccolata di cui le avevo parlato  e di cui aveva visto un video su youtube, girato proprio la sera dell'inaugurazione il 16 marzo.

 foto scattata dalla scalinata posta all'interno del padiglione e veduta laterale
In seguito abbiamo vagabondato fra gli stand, lasciandoci tentare dai profumi di cioccolato, mangiucchiando gianduiotti, praline, cremini,... che ci venivano omaggiati. OvettoK faceva tenerezza a tutti, si avvicinava agli espositori e cuccava un sacco di omaggi. Abbiamo mangiato focaccia e fatto una pausa alla spalm beach, la giornata era bella e calda (io ero in maniche corte).
La mole per l'occasione era addobbata con il tricolore
Come regalo per i CioccoNonni e per i miei suoceri abbiamo comprato due gianduiotti da 200 gr a 7,50 euro.
Adoro la cioccolata in tutte le sue forme e in tutti i gusti.... mmmhhhh!!!!!!!!!!!!!

sabato 26 marzo 2011

Carnevale dell'alfabeto inglese J-JUICE

Per il gioco del carnevale dell'alfabeto inglese di elefante a pois abbiamo scelto Juice, il succo.
In famiglia beviamo tanti succhi di frutta, soprattutto OvettoK e Cioccopapà, di solito li acquistiamo o nel bricco piccolo (più comodo da trasportare in giro), ma anche quello grande che teniamo in frigo. Proprio x la quantità del consumo ho pensato che fosse meglio farli in casa, freschi, naturali, senza le varie cose che aggiungono le grandi distribuzioni, quindi ho comprato la centrifuga.

Ho provato subito ad utilizzarle con le mele, le pere, la banana (non rende, poco succo e grande spreco di parte solida), il kiwi (non rende), i cioccopupetti hanno apprezzato. Ho aggiunto un pò di miele per renderli più appetibili. 
Oltretutto è talmente semplice da usare che hanno fatto tutto loro, sotto la mia supervisione...

Poi ho anche provato a fare i centrifugati di verdura, per me che sono a dieta, come spuntino pomeridiano sono ottimi, saziano senza far ingrassare e mi permettono di arrivare alla cena senza la famona.
Ecco anche ciò che hanno voluto colorare con paint al computer. Disegno tratto dal sito midisegni.

... frutta, com'è buona la frutta!!

lunedì 21 marzo 2011

Fine della stagione Inverno

Celebro la stagione INVERNO con una carrellata delle foto che più l'hanno rappresentata a casa nostra





giornate di nebbia, giornate di neve




Inverno 

Fior di collina,
son cadute le foglie ad una ad una
e l’erba è inargentata dalla brina.
Fior di tristezza,
i rami son stecchiti e l’erba vizza,
par fuggita dal mondo ogni bellezza.
Fior freddolino,
potessimo vedere un ciel sereno
e un raggio d’oro splender nel turchino.
Fior di speranza,
sotto la neve c’è la Provvidenza
che lavora per noi, c’è l’abbondanza.
(Diego Valeri)

Fine settimana al mare

Abbiamo visto il sole e siamo partiti per una breve vacanza al mare, ne avevamo davvero bisogno riposo, caldo, sole. Tre giorni di colazioni al bar, giornate a giocare sulla sabbia,  picnic sulla spiaggia, riposini sotto il sole e serate rallentate, in cui non si corre per cenare e riordinare, ma ci si mette il pigiama, dopo la lettura ci si fa ancora le coccole, in cui si va a letto senza pc, tv e ci si addormenta con una tisana calda che sa di miele.


La mia Cioccofamiglia che passeggia sugli scogli...

giovedì 17 marzo 2011

150° anniversario Unità d'ITALIA e Carnevale dell'alfabeto inglese I-ITALY

Ecco come abbiamo festeggiato l'anniversario dell'unità d'Italia
sono ormai anni che nella nostra cucina c'è un filo appeso, che diventa luogo di addobbi quando siamo in tema di festività, oppure luogo su cui appendere lavoretti fatti a casa o a scuola, che sono particolarmente cari ai cioccopupetti. Oggi è diventato il luogo su cui appendere i festeggiamenti per l'Italia, bandierine, mandala, scritte particolari prese dal sito di maestramary, da  mamma e bambini. Con questo partecipo anche al gioco del Carnevale dell'alfabeto inglese di elefante a pois.
Auguri Italia!!!

lunedì 14 marzo 2011

Colazione del lunedì pancake

Anche questo lunedì ripropongo il rito della colazione, questa volta con i pancake (le frittelle che si vedono nelle colazioni dei film americani) li ho provato una volta, con pochi risultati, nel senso che sono piaciute a me e a CioccoPapà, ma i cioccopupetti avevano storto il naso e li avevano appena assaggiati. Ma io non demordo mai al primo tentativo e li ho riproposti. Domenica sera ho apparecchiato la tavola con tovaglioli tagliati a forma di stella e di cuoricini, ho preparato il composto.
Ci sono due versioni:
a.  2 uova                                          b. 2 uova

   40 gr di olio di semi di girasole           25 gr burro
   40 gr di zucchero                                40 gr di zucchero
   10 gr di sale                                       10 gr di sale
   300 gr di latte                                     300 gr di latte
   1 bustina di vanillina                           1 bustina di vanillina
   1 bustina di lievito                              1 bustina di lievito
   250 gr di farina                                   250 gr di farina
Prima di aggiungere la farina ho diviso il composto a metà, in metà dose ho aggiunto la farina di grano tenero 00, nell'altra metà ho aggiunto la farina integrale e sono venuti ottimi entrambi.
Forse con l'olio sono più leggere, le ho provate entrambe non ho notato differenza.
Si sbattono le uova, l’olio, lo zucchero, il sale, la vanillina e il latte, poi si unisce il lievito e la farina, si copre con un piatto e si fanno riposare in frigo, tutta la notte.
La mattina mi sono alzata presto, (avevo preparato zaini e vestiti la sera), e ho cotto i pancake, facendo sciogliere in una padellina antiaderente una noce di burro (operazione che va fatta solo con il primo pancake) si versa una cucchiaiata di composto distribuendola muovendo la padella, si fa cuocere un paio di minuti,  quando si formano in superficie le prime bollicine è il momento di girare il pancake. Infine si adagiano uno sull'altro ponendo fra loro una pezzettino di burro.
Si guarniscono con lo sciroppo d'acero (l'ho trovato alla coop), con la cioccolata, con il miele, con la marmellata.
cottura
tavola apparecchiata
dettaglio pancake 
e condimenti

Buona settimana.

CioccolaTò

CioccoMamma nasce come soprannome da molti motivi (pian piano li sveliamo tutti), uno dei quali è la mia grande passione per la cioccolata e come, allora, non dedicare un post a 
CioccolaTò 25 marzo - 3 aprile con apertura straordinaria il 17 marzo per festeggiare l'Unità d'Italia con I Mille di CioccolaTò dal 17 marzo - 3aprile

Cos'è?
Torino si riconferma La Capitale del Cioccolato con una nuova edizione di Cioccolatò che… si fa in due.
Ad anticipare l’edizione in programma dal 25 marzo al 3 aprile sarà, infatti, un’apertura straordinaria dal 17 marzo, in concomitanza con i 150 anni dell’Unità d’Italia
Il claim della prossima edizione di Cioccolatò sarà La Capitale del Cioccolato, che riconferma il ruolo di Torino come città simbolo del piu’ importante Distretto del Cioccolato Made in Italy con i suoi storici caffè, le sue antiche cioccolaterie e le tante aziende industriali ed artigianali, oltre che richiamare la sua storia di capitale d’Italia, proprio mentre ricorrono i 150 anni dell’Unità del Paese.
Ed ecco accanto alla Mole Antonelliana un computer con una chiavetta usb a forma di Gianduiotto.
I MILLE DI CIOCCOLATÒ
Il 17 Marzo 2011 prenderà il via l’edizione straordinaria di CioccolaTò che celebrerà i 150 anni dell’Unità d’Italia.
Una grande Italia interamente in cioccolato: sarà attraverso questa maxi installazione, lunga oltre 13 metri dal peso di 14 tonnellate che Cioccolatò festeggerà il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, anticipando, con un’edizione straordinaria, l’apertura della manifestazione torinese dedicata al cibo degli dei, in programma dal 25 Marzo al 3 Aprile prossimi.
Torino, dal 17 Marzo 2011, giornata ufficiale dell’inizio dei festeggiamenti e fino al 3 Aprile, si potrà dunque ammirare l’ originale quanto golosa riproduzione in scala della penisola e alcuni fra i suoi principali monumenti, vanto dell’arte e dell’architettura italiana nel mondo, fra cui la Mole Antonelliana, il Duomo di Milano, il campanile di San Marco a Venezia, il Faro di Genova, la Fontana Maggiore a Perugia, il Colosseo, il Maschio Angioino di Napoli ed altri ancora.
Cioccolatò si svilupperà nel centro storico del capoluogo piemontese, ed in particolare in Piazza Vittorio Veneto. Qui, oltre alla grande area commerciale di Cioccolatò in cui si potranno trovare oltre 6mila referenze di cioccolato, suddivise tra prodotti piemontesi -ai quali sarà dedicata una speciale sezione-, del resto d'Italia e stranieri, saranno dislocate tutte le attività di animazione e culturali legate al tema del cacao e del cioccolato, dalle mostre agli incontri internazionali che vedranno protagonisti i produttori, i consumatori e le diverse esperienze fatte in tutto il mondo a qualsiasi livello della filiera produttiva; dalle degustazioni guidate ai corsi finalizzati a favorire una maggiore consapevolezza del consumatore, fino ai laboratori ludico-didattici per bambini e gli spettacoli. Proprio in Piazza Vittorio aprirà, per l'occasione, anche la ChocoFarm con trattamenti corpo a base di cioccolato, rilassanti, idratanti e tutti da... gustare.
Per maggiori informazioni guardate il sito http://www.cioccola-to.it/ 

Che dire... IO CI SARO'...

venerdì 11 marzo 2011

Carnevale dell'alfabeto inglese H-HOUSE

Rieccoci con l'appuntamento del venerdì con l'alfabeto inglese dall'idea di elefante a pois questa volta ci siamo dedicati alla House delle fate. Gianduiotta adora le fate e le storie sulle fate, abbiamo visto Trilli e il tesoro perduto e Trilli e il grande salvataggio e si è innamorata della casetta costruita dalla bambina per ospitare le fate. Ne ha costruite due, con Cioccopapà, la prima l'hanno fatta con il cartone del latte, la confezione famiglia da L1,5, le foglie della magnolia, raccolte in giardino, e i mobili fatti di cartoncino

La seconda l'hanno fatta più elaborata, di legno, davvero bella, questa è la struttura
questa è la fairy house finita (a dire il vero manca ancora il tetto)
questo è l'interno
l'arredamento

 cartello di benvenuto
e questo il dettaglio dell'arredamento scaletta, letto
tavolo e sedia
Hallo!

Venerdì del libro 7

Questa settimana abbiamo partecipato all'iniziativa di HomeMadeMamma con un libro che non è collegato alle attività che abbiamo fatto, ma era in tema con il carnevale

Arriva Carnevale! La festa allegra e chiassosa per eccellenza e le maschere della Commedia dell'Arte sono sempre piaciute a Rodari, che le ha cantate con passione molte volte. In questo libro sono raccolte le sue più belle filastrocche carnevalesche, che non dimenticano di far riflettere, anche nel bel mezzo di una festa scatenata.
"Se comandasse Arlecchino" - dice Rodari - "il cielo sai come lo vuole?/ a toppe di cento colori/ cucite da un raggio di sole".

mercoledì 9 marzo 2011

Carnevale 2011

Ecco i vestiti per la festa di Carnevale svoltasi alla scuola dell'infanzia
UOMO RAGNO gentilmente prestato da una collega che, 12 ore prima della festa, mi ha vista quasi in preda al panico

FATINA, questo l'ho fatto io, a dicembre Gianduiotta recitava la parte della fata nella recita di Natale e quindi le avevo confezionato il tuttù e la maglia, in testa aveva una cappello a cono, per la festa di carnevale ho utilizzato le stesse cose, ma senza cappello e con l'aggiunta delle ali, i colori del vestito sono lilla, rosa e argento (in questa foto aveva già stropicciato un pòil tutù con giravolte e sedute varie)

le roselline le ho applicate con la colla a caldo, con il glitter argentato ho dato un piccolo punto luce al centro


sui polsini ho fatto un fiocchetto con del nastro argentato, con l'anima di fil di ferro, che ho usato anche nel tutù

il tutù l'ho fatto con il tulle rosa e viola (avrei dovuto prendere una tonalità più scura, un conto è vederlo in bobina, un'altra cosa è il velo singolo), l'ho tagliato in strisce larghe 10 cm, lunghe 1 mt, poi ho cucito l'elastico, l'ho posizionato sulla spalliera di una sedia ed ho incominciato ad annodare così
alla fine ho aggiunto alcune strisce più corte, a cui ho fatto un nodino in fondo, ed il nastro argentato con anima di fil di ferro.

martedì 8 marzo 2011

Mimose

Oggi sulla nostra tavola c'è questo, gli auguri di CioccoPapà e di CioccoNonno alle donne della famiglia... un bacio

lunedì 7 marzo 2011

Colazione del lunedì porrige

La colazione la facevo da bambina, non ricordo quella di tutti i giorni, ma ricordo io e mio fratello seduti a tavola con biscotti e nutella e una tazza di te. Ho smesso quando ho iniziato ad andare alle superiori, la pigrizia mattutina mi portava a rinunciare a qualsiasi cosa per 5 minuti di sonno in più, ho sempre preso un caffè al volo, magari in bagno mentre mi truccavo. Era però il mio momento preferito in vacanza quando andavamo negli alberghi con colazione internazionale: ogni giorno un tipo diverso, oggi francese con croissant burro e marmellata, domani americana con pancake e succo d'acero o miele o cioccolata o tutte e tre, dopodomani.... Ma anche nei baretti italiani dei luoghi di mare, o, quando si riusciva, fra colleghe prima di andare a lavorare. Insomma la colazione ha sempre significato un momento speciale per quello che ne era il significato e le persone con cui la condividevo, il momento, il preeludio al resto della giornata.
Da quando sono mamma ha assunto significati aggiuntivi, l'importanza di far fare ai miei figli la colazione è diventato un modo anche per me per ricominciare a consumarla tutti i giorni, come quando ero piccola, dedicandovi il giusto tempo e la giusta sfumatura.
Quella del lunedì ho deciso che sarà LA COLAZIONE, perchè ho tempo la domenica sera di apparecchiare la tavola in modo creativo, di sperimentare un nuovo menù, di preparare i vestiti sul termosifone, la sacca per il dormitorio, gli zainetti col necessario per la scuola pulito e piegato, i buoni mensa... insomma perche così il lunedì mattina ci alziamo, ci sediamo a tavola ancora con il pigiama e parliamo delle belle cose che ci aspettano a scuola e la lavoro, di cosa faremo con gli amici, di quali lavoretti vorremmo fare a casa o di dove ci piacerebbe andare se fuori ci sarà una bella giornata...
tutto questo per iniziare bene la settimana, con il sorriso, la pancia piena, il corpo e la mente pronti ad affrontare la giornata.
Ed ecco il primo lunedì, la tavola apparecchiata

Il pentolino del latte e il porrige

primo piano del porrige
perchè il porrige? Perchè ho letto il post di Kosenrufu Mama che ne parlava bene, soprattutto l'aveva è un ricostituente naturale, fa bene ai bambini e i miei ne hanno proprio bisogno dopo un brutto periodaaccio di influenze, tosse, catarro e raffreddore, insomma sono debilitati e sto cercando di tirarli su con l'alimentazione.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...