venerdì 17 febbraio 2012

Venerdì del libro 16 e le 5 W del giornalismo

Leggendo il post di Mamma in verde, pensavo fra me e me quanto la lettura sia importante, quanto lo sapessi già e quanto questa convinzione si sia ulteriormente radicata dopo la nascita dei cioccopupetti. Lo abbiamo sentito al corso pre-parto, lo ha ribadito la biblioteca del paese, che aderisce al progetto nati per leggere,regalandoci, dopo pochi giorni dalla nascita, questo libro
ce l'hanno ricordato le maestre, alla riunione della consegna delle schede di valutazione: più si legge - meglio si scrive.
E' bello ed utile leggere le storie ai bambini, e, quando hanno l'età per farlo è giusto che lo facciano loro. Ed è anche bello inventarsele le storie, a volte lo faccio io, altre lo facciamo insieme, è un gioco divertente che segue 5 domande: chi, cosa, dove, quando, perchè, che sono le 5 w (WHO («Chi») WHAT («Cosa») WHEN («Quando») WHERE («Dove») WHY («Perché») )  da cui si parte per scrivere le storie. Inizio io stabilendo il luogo, poi a turno vanno avanti loro, quando diventa un pò moscetta, aggiungo un pò di suspance con un personaggio strano o un avvenimento che stravolge tutto.
Adesso voglio leggere con loro questo
dal capitolo "Istruzioni per l'uso"
"... il lettore legge, guarda, riflette, e se non trova il finale di suo gusto può inventarlo, scriverlo, disegnarlo egli stesso."
Ogni storia, ce ne sono 20, ha tre finali tra cui scegliere o dà spunto alla fantasia per trovarne altri.
Provare per credere, sia il libro che il gioco sono divertentissimi e sono preambolo per la scrittura creativa. Con questo libro partecipo all'iniziativa del venerdì del libro.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...